Turchia: Debole inizio del secondo trimestre prima della ripetizione delle elezioni di Istanbul

Riviste al ribasso le stime del Pil per l'anno in corso

3 min

La produzione industriale è diminuita di -1% congiunturale nel mese di aprile, il primo calo dopo tre mesi di aumenti. In termini annuali, la contrazione della produzione industriale è accelerata al -4% da -2% tendenziale annuo  nel mese di marzo. La produzione di prodotti intermedi (-8,5% il tendenziale) e di beni strumentali (-7,6% tendenziale) hanno registrato un calo particolarmente marcato. In calo anche le vendite al dettaglio in termini reali di -1,8% congiunturale in aprile, il primo calo dopo tre mesi di aumenti. In termini annuali, la diminuzione delle vendite al dettaglio ha registrato un'accelerazione, passando da -3,4% tendenziale annuo di marzo a -6,9%. Nel complesso, questi sviluppi non sono di buon auspicio per gli investimenti e per la spesa dei consumatori all'inizio del secondo trimestre. Sembra che le turbolenze politiche e finanziarie all'indomani del secondo trimestre dell'anno nonché le elezioni locali hanno portato non solo ad un nuovo calo del sentimento, ma anche dell'attività economica reale. Bisogna aspettarsi anche nuovi tumulti dopo la ripetizione delle elezioni di Istanbul di domenica 23 giugno. Nel frattempo, il disavanzo delle partite correnti si è allargato a -1,3 miliardi di dollari USA in aprile da -0,6 miliardi di dollari USA in marzo, anche se il deficit cumulativo su 12 mesi ha continuato a ridursi, fino a -8,6 miliardi di dollari USA in aprile da 12,9 miliardi di dollari USA in marzo. Per l'intero 2019 si prevede un calo del -2,2% del PIL.