L'industria italiana della ceramica

 

Gli indicatori registrano segnali positivi per il 2021

L’industria ceramica in Italia - che si articola in imprese attive nella produzione di piastrelle di ceramica, ceramica sanitaria, porcellana e stoviglieria, materiali refrattari e laterizi - costituisce uno dei fiori all’occhiello dell’attività del Paese, riconosciuto anche tra i mercati esteri e così forte da resistere ai colpi della pandemia.

Infatti, nonostante i dati di produzione, vendita ed export 2020 dell’industria ceramica in Italia - nello specifico nell’ambito delle piastrelle - abbiano in parte risentito della pandemia globale, sono stati comunque migliori rispetto al primo lockdown. Dopo un primo semestre in cui le vendite sul mercato italiano hanno fatto registrare una considerevole flessione e le esportazioni hanno registrato una diminuzione, si è avviato nel secondo semestre un percorso di ripresa che ha consentito di chiudere l’anno con un calo contenuto.

Un risultato che, insieme al rimbalzo dell’edilizia atteso per il prossimo anno, lascia ben sperare per il 2021. Anche se i livelli pre pandemia non saranno possibili prima del 2023.

Compila il form sottostante per ricevere la versione completa del report "L'industria italiana della ceramica 2021"

​ ​
​ ​