Algeria: probabile ristagno

L'economia algerina è gravata da quattro anni consecutivi di prezzi bassi nel settore degli idrocarburi

2 min

La crescita del PIL è probabilmente rimasta contenuta nel primo semestre, come indicato da alcuni indicatori avanzati in contrazione come le importazioni.(-3,4% il tendenziale annuo nel primo quadrimestre). Inoltre, il governo ha annunciato la fine della politica monetaria non convenzionale attuata tra novembre 2017 e gennaio 2019. Il finanziamento totale della Banca centrale ha raggiunto il 30% del PIL (dati governativi). La metà di essa è stata immessa nell'economia e ha stimolato una forte crescita del credito. Tuttavia, l'impatto sull'economia algerina ha registrato in quel periodo una crescita del PIL pro capite praticamente nulla. Una recente revisione del rapporto debito/PIL ha dimostrato che il finanziamento della Banca centrale ha fatto salire il rapporto debito pubblico/PIL al 37% nel 2018 (dal 9% nel 2015) e si prevede un nuovo massimo del 47% nel 2019. Inoltre, una diminuzione della pressione fiscale legata al petrolio (-20% il tendenziale annuo nel primo trimestre 2019) è la causa principale di un nuovo calo degli investimenti pubblici (-28%). Di conseguenza, l'esaurimento dell'uscita di gas non dovrebbe diminuire. Nel 2019, ci aspettiamo la crescita del PIL più lenta (+1,2%) dal 1997.