Etiopia: per favore, non fermate la musica

Nonostante sia una delle economie più dinamiche dell’Africa, il Paese rimane uno dei più poveri al mondo

2 min

Nell'ultimo decennio l'Etiopia è stata una delle economie in più rapida crescita nel mondo. Ma di recente la crescita sembra essersi fermata un po': addio +10% all'anno, benvenuto +7,5% che dovrebbe essere il tasso di crescita atteso nel prossimo anno.

Inoltre, il Paese non beneficia di un aumento delle esportazioni nonostante gli investimenti diretti esteri effettuati nel settore tessile. La spesa per le infrastrutture è stata piuttosto sostenuta e il settore delle costruzioni ha dato il contributo principale alla crescita complessiva (circa un terzo).

Tuttavia, le difficoltà di reperire le infrastrutture chiave (come l'accesso all'energia elettrica) in tempi sufficientemente rapidi per far fronte alle esigenze dei cittadini, possono creare un certo malcontento. Inoltre, l'Etiopia soffre ancora di una penuria di dollari USA, con riserve estere che forniscono solo due mesi di copertura delle importazioni. Si tratta di un limite fondamentale, poiché molti prodotti devono ancora essere importati (ad esempio le automobili).

L'Etiopia ha sicuramente bisogno di riforme più favorevoli al mercato per progettare un nuovo ciclo di crescita, ma nel breve periodo le scarse piogge sono un problema più grave. Si tratta di un potenziale rischio negativo per la crescita e catalizzatore del malcontento.